19/07/2018 4.00

Quinzi KO contro Gutierrez Ferrol

Ci son volute due ore e un quarto, tante emozioni e capovolgimenti di punteggio prima di avere il nome del primo quartofinalista di giornata della San Benedetto Tennis Cup. Alla fine l'ha spuntata il gigante (1.98 m) Ante Pavic su Daniel Gimeno Traver col punteggio di 46 61 64. Il croato si è trovato sotto 3-0 nel decisivo set, ma non si è perso mai d'animo e ha iniziato a mettere pressione sul servizio di Gimeno, ottenendo il controbreak nel sesto game. Da lì ha preso il comando delle operazioni, riuscendo a strappare nuovamente il servizio allo spagnolo e poi a chiudere l'incontro pochi minuti dopo al secondo matchpoint.

Nella parte bassa del tabellone domani Pavic affronterà il Next Gen Carlos Taberner, fra i più accreditati per la vittoria finale. Il ventenne valenciano, che al primo turno aveva sconfitto agevolmente Tommy Robredo, ha battuto il peruviano Varillas, proveniente dalle qualificazioni. Archiviato agevolmente il primo set, Taberner si è trovato sotto 0-40 nel terzo gioco del secondo ma è riuscito ugualmente a tenere il servizio. Nel game successivo ha fatto il break decisivo, sfruttando un doppio fallo di Varillas. Alla fine lo score recita 63 63 per lo spagnolo, semifinalista a San Benedetto lo scorso anno. Non ci sono precedenti fra Taberner e Pavic.

La sorpresa arriva a fine serata, lasciando di sasso le oltre 1000 persone che affollavano le tribune del Maggioni. Sergio Gutierrez-Ferrol elimina in tre set col punteggio di 16 64 61 Gianluigi Quinzi al termine di una partita dai due volti. Nel primo set c'è solo l'azzurro in campo che in meno di 40 minuti fa suo il parziale, dominando gli scambi. Al cambio campo chiede l'intervento medico per un problema agli occhi. Alla ripresa GQ diventa falloso oltremodo, spreca tanto e finisce per regalare il secondo set allo spagnolo. Anche nel terzo parziale il 22enne di Porto San Giorgio si procura 5 palle per riaprire il match, non le concretizza e da quel momento in campo resta solo Gutierrez Ferrol.

Domani contenderà un posto in semifinale al mestrino Matteo Viola, capace di recuperare una partita quasi compromessa contro Joao Domingues. Il portoghese parte meglio e un break al quarto gioco gli permette di chiudere il primo set 61, con l'inerzia della partita tutta dalla sua parte. Viola è bravo a restare in scia e, alla prima occasione strappa il servizio a Dominguez, che accusa il colpo e distrugge una racchetta in preda ai nervi. In apertura di terzo set Viola ottiene un altro break e volo sul 4-1, poi subisce la parziale rimonta del portoghese e infine chiude 6-3.