16/07/2018 4.00

Gimeno Traver e Giustino avanti tutta, domani in campo Robredo e Quinzi

In attesa del super martedì con ben 13 incontri di singolare e due di doppio, i verdetti di oggi della San Benedetto Tennis Cup riguardano il turno finale delle qualificazioni e i primi incontri del main draw. In mattinata hanno conquistato l'accesso al tabellone principale Vavassori, Rondoni battendo rispettivamente Fonio ed Eremin, il peruviano Varillas che avanti 61 ha approfittato del ritiro di Bonadio e il francese Jack che ha sconfitto allo scoccare della terza ora di gioco Luca Giacomini, autore di una partita encomiabile.

Il primo a conquistare l'accesso al secondo turno è stato Gimeno Traver. Lo spagnolo, numero 6 del seeding, affrontava la wild card Riccardo Balzerani, alle prime esperienze nel circuito Challenger. L'azzurro ha fatto partita pari fino al 3-3 nel primo set, poi subito il break ha lasciato il comando del gioco a Gimeno che, con una serie di 6 giochi consecutivi, ha vinto il parziale e si è portato avanti 3-0 nel secondo set. A quel punto Balzerani è rientrato in partita grazie a una serie di vincenti, col match che è tornato equilibratissimo fino al dodicesimo game, quando Gimeno ha sfruttato subito la palla break che in quel momento era anche un match point. 

Passa il turno anche Lorenzo Giustino. Il 26enne napoletano ha giocato una partita senza sbavature contro Ojeda Lara, imponendosi a suon di vincenti col punteggio di 63 60 in poco più di un'ora e un quarto. Un forte temporale ha costretto a sospendere l'ultimo match di giornata fra Bellucci e Galan, sul punteggio di 1-1 nel terzo set. 

Il ricchissimo programma di domani inizierà alle 10.30 con gli italiani protagonisti di buona parte dei match sul Centrale. Si comincia con Caruso vs Domingues, poi Arnaboldi, reduce dalla semifinale della scorsa settimana a Braunschweig, contro il francese Bonzi. Nel pomeriggio l'inedita sfida fra Jacopo Berrettini, fratello del detentore del titolo Matteo, e lo statunitense Ulises Blanch, che la scorsa settimana al debutto nel circuito Challenger ha vinto a Perugia. A seguire Vanni contro lo spagnolo Boluda-Purkiss e i due match più attesi: non prima delle 19 il derby spagnolo fra il veterano Tommy Robredo (numero 5 del mondo nel 2006) e il Next Gen Carlos Taberner e, non prima delle 21 il marchigiano Quinzi, fresco di best ranking dopo la finale di Perugia, contro il qualificato Vavassori.