15/07/2018 4.00

Il sogno di Giacomini

Sei italiani un francese e un peruviano al turno finale delle qualificazioni della San Benedetto Tennis Cup. Domattina, a partire dalle 11 si contenderanno i 4 posti a disposizione per il main draw. Dopo aver battuto ieri il francese Martineau, Luca Giacomini ha vinto un'altra partita da sfavorito, contro l'abruzzese Gianluca Di Nicola. Il ventenne, numero 666 del mondo in forza al Canottieri Padova, quest'anno ha centrato la finale nel Future di Rikne in Ucraina, e avrà  la prima occasione della sua carriera di qualificarsi per il tabellone principale di un Challenger. Per farlo dovrà superare il transalpino Gregoire Jacq.  

A un passo dal main draw anche Edoardo Eremin. L'allievo di coach Galimberti ha battuto agevolmente in poco più di un'ora Antonio Massara e affronterà Pietro Rondoni, che ha stoppato la favola del sambenedettese Giulio Colacioppo. In apertura di programma Andrea Vavassori ha sconfitto nettamente Davide Galoppini, reduce dal match maratona di ieri contro il colombiano Rodriguez. Il suo avversario di domani sarà Giovanni Fonio. L'ultimo qualificato, infine, uscirà dall'incontro fra Roberto Bonadio e il peruviano Juan pablo Varillas.

Nel pomeriggio, non prima delle 17.30, inizieranno i match del tabellone principale. Il programma sul Centrale si aprirà con la sfida italo-spagnola Balzerani - Gimeno Traver, con lo spagnolo, reduce dai quarti di finale nel Challenger di Perugia, che torna al Maggioni dopo due anni d'assenza per fare meglio del 2015, quando uscì di scena all'esordio pur essendo la prima testa di serie. Il match delle 19 riproporrà una sfida Italia vs Spagna con Giustino contro Ojeda Lara, mentre il match clou del serale, non prima delle 21, sarà quello fra il brasiliano Thomaz Bellucci (numero 21 del mondo nel 2010) e  il colombiano Daniel Galan. 

Fino a giovedì 19 l'accesso al CT Maggioni sarà gratuito, mentre dal 20 al 22 per assistere agli incontri bisognerà acquistare il biglietto. Il ticket giornaliero per la tribuna numerata è in vendita a 10 €, mentre quello "ground" ne costa 5 e dà accesso ai campi secondari e alla tribuna Est fino a esaurimento dei posti.